GiusiChi ha scritto le favole e progettato questo sito:

Giusi Valenti

Un tempo c’erano i cantastorie: andavano in giro per i villaggi e cantavano le storie di re, principesse, briganti e gente comune. Allora non c’erano internet e nemmeno la televisione. Io sono una moderna raccontastorie. Parlo lingue di paesi lontani e ho viaggiato in paesi esotici e strani, scoprendo man mano che la meraviglia è dappertutto, a saper guardare.

Questo senso di meraviglia non si cheta né si sazia, sono anzi diventata un po’ ingorda e mi piace farmi mille domande e raccontare le storie che trovo intorno ovunque: alberi formiche stelle e farfalle, bachi e dinosauri. Non sono una scienziata: mi inchino alla sapienza dei grandi e studio studio per poterla raccontare.

Cosa faccio di lavoro? Insieme alle mie colleghe e colleghi di AranciaBlù di Siena, vado nelle scuole con ragazzi più grandi o bambini per raccontare, mostrare, ragionare e giocare sugli aspetti belli e meno belli del nostro mondo. Raccontiamo e ascoltiamo i racconti che nascono dall’esperienza dei bambini e dei ragazzi: per poterci riflettere su tutti insieme… e continuare a coltivare domande… Ci trovate sul sito www.aranciablu.org

 


Cinzia FChi ha creato i disegni:


Cinzia Franceschini
Cinzia è giovane ma ha seguito il suo sogno: dare forma alla polvere di stelle. Sembra vivere una vita normale: si lava i denti, si prepara da mangiare e si allaccia le scarpe… ma intanto Cinzia sta sognando. E sogna gatti, bambini, case silenziose e case chiacchierine, foglie che volano e uccelli sul ramo. Cinzia sogna e disegna, disegna e sogna. Poi legge poesie. E sorride. Gli editori la cercano perché i suoi disegni fanno sorridere e sognare i bambini e pure i grandi. Il suo gatto la cerca perché gli piace molto essere ritratto. Se volete vedere alcune delle cose belle uscite dalle sue magiche matite, guardate qui: www.cinziafranceschini.com

 

 

 

MicheleChi ha controllato che i contenuti scientifici fossero corretti e a posto:


Michele Maccantelli
Michele di formazione è un geologo, anzi, un dottore di ricerca in geologia regionale. Poi a un certo punto ha cominciato a fare l’insegnante di scienze nelle scuole superiori: e gli è piaciuto! Ha capito che poteva trasmettere qualcosa di utile e bello ai ragazzi perché sa essere chiaro e concreto nelle sue spiegazioni e sa coinvolgere gli studenti: con il web, creando una radio, filmando il mondo, camminando sulle colline e intervistando i sassi… Fortunato chi lo trova nel proprio cammino scolastico! Michele insegna a Colle Val d’Elsa, in provincia di Siena. E nel tempo libero coltiva, vernicia, scartavetra. È molto attivo, eppure è un gatto sornione.

 

 

 

Chi ha letto i racconti:


GiusiGiusi Valenti

 

 

 

 

 

 


SamayoSamayo Carli
Ha mani grandi che accolgono risate, dolori, dolcezze e smemoratezze nascoste dentro le cellule del corpo. Per lavoro, lui massaggia persone; toccando, permette ai loro sentimenti di venire fuori e danzare all’aperto: così loro conoscono meglio se stessi e capiscono i sentimenti che li abitano. Samayo ha una voce ampia e tranquilla da cui traspare uno sguardo divertito ma anche pensoso sulle faccende del mondo. Samayo è alto alto e, quando ti prende per mano, puoi ritornare bambino per un attimo.

 

 

 

 


SilviaSilvia Signorini
A causa della sua onnivora curiosità, ha una formazione trasversale che spazia dal marketing e comunicazione alla musicarterapia nella globalità dei linguaggi, alla gestione maieutica dei conflitti in ambito educativo.
Riferimento, linea di continuità e movimento nella sua vita è il teatro che coltiva da 25 anni. Ha incontrato maestri quali Alfonso Santagata, Claudio Morganti, Carlo Cecchi, Living Theatre e Malou Airaudo.
Si occupa da 20 anni di progetti socio culturali collaborando con scuole, musei, Comuni ed agenzie formative. La lettura ad alta voce è il suo attuale “pallino”, spazio di ricerca e quando non legge per gli altri, legge per suo figlio e per se stessa.

 

 

 

ChandraChandra Livia Candiani
Chandra è una poetessa ormai famosa in Italia. È amata per le sue parole, per il suo silenzio, per il suo sguardo acuto e tenero sulle persone e sul mondo. Lei dice che la poesia le ha salvato la vita e per questo ogni anno va in qualche scuola nella periferia di Milano, in quelle scuole ‘difficili’ dove ci sono bambini migranti o bambini di famiglie povere. Fa sedere i bambini in cerchio e pian piano trasmette il dono della poesia perché anche loro, dando voce al proprio mondo interiore, possano mettersi in contatto con il silenzio, la risata, il dolore e la bellezza. Potete leggere queste poesie dei bambini - profonde, acuminate e lievi - nel libro Ma dove sono le parole, Effigie editore. Chandra ha una voce che sembra da bimba da cui, ad ascoltare meglio, traspare una antica saggezza.

 

 

 

 

ShobhaShobha Arturi
Vu vu vu favole cosmiche punto eu. Sua la voce che legge le introduzioni, che vi dà il benvenuto e vi informa su dove vi trovate prima di partire per i viaggi cosmici. Medico, psicoterapeuta, danzatrice, meditatrice e amica cara da quando, giovinette, vagavamo un po’ perse nel mondo. Shobha è stato il sostegno costante durante la stesura delle favole e la creazione del sito. Ah gli amici: che meravigliosa invenzione!